LINFODRENAGGIO MANUALE

Il linfodrenaggio è un massaggio delicato, diffuso nel 1930 dal Dott. Vodder, che stimola il sistema linfatico del corpo aiutandolo così a migliorare il metabolismo, eliminare le tossine e stimolare il sistema immunitario.

Il sistema linfatico differisce da quello circolatorio in quanto non è un sistema chiuso, ma finisce negli spazi intercellulari dei tessuti, dove avvengono gli scambi di liquidi producendo l’effetto drenante proprietà caratteristica del sistema. Quando la linfa si blocca è più difficile eliminare le tossine perché i liquidi tendono a ristagnare e quindi siamo più suscettibili alle malattie soprattutto virali.

Il linfodrenaggio consiste in:

  • movimenti circolari con una pressione molto leggera,
  • movimenti di pompaggio delicati nella direzione dei linfonodi, la zona trattata prossimale deve essere svuotata prima della zona distale,
  • sfioramenti piacevoli, il massaggio non deve mai provocare arrossamenti o dolore.

Il massaggio viene eseguito da personale specializzato, dopo una consultazione per valutare la condizione oggettiva del paziente. Può essere utilizzato a scopi terapeutici ma anche estetici per combattere la cellulite e la ritenzione idrica. La durata è di circa 45 min.

Il Linfodrenaggio terapeutico viene utilizzato in particolare nei casi di Edemi Linfostatici importanti:

  1. Linfedema Primario
  2. Linfedema Secondario a:  tumori con asportazione dei linfonodi, malattie respiratorie, interventi chirurgici o traumi articolari, patologie del sistema connettivo.

È sconsigliato in gravidanza, con malattie asmatico bronchiale, ipertiroidismo e ipotensione ed è

assolutamente da evitare in caso di:

  • Edema cardiaco
  • Trombosi
  • Tumori non trattati e con metastasi