Osteoporosi come prevenire con la nutrizione

DONNA E OSTEOPOROSI

Come sappiamo una grave complicanza della menopausa è l’osteoporosi che è una malattia cronico degenerativa che comporta una complessiva riduzione del calcio presente nel tessuto osseo; le ossa diventano quindi fragili e soggette a fratture.

La prevenzione dell’osteoporosi si basa su quattro obiettivi che riguardano lo stato nutrizionale e lo stile di vita:

  • EVITARE CHE IL BILANCIO DEL CALCIO DIVENGA NEGATIVO. Ciò significa garantire un apporto di calcio adeguato fin dall’età dello sviluppo ed ampliarlo nei periodi cruciali come gravidanza, allattamento e menopausa. Il fabbisogno di calcio è di circa 800 mg al giorno per la donna adulta, ma tale quantità deve essere aumentata fino a 1,5 gr al giorno nella donna in età post menopausale. Tale apporto deve essere garantito attraverso l’assunzione giornaliera di latte, latticini e cibi ricchi di calcio, altra fonte da non trascurare è l’acqua che consumiamo quotidianamente e che ne deve contenere almeno 300 mg/L. L’uso delle fibre e di alcune sostanze contenute nelle verdure e nei prodotti integrali, come l’acido ossalico e l’acido fitico, hanno la capacità di impedire l’assorbimento intestinale del calcio contenuto negli alimenti; inoltre aumentando il transito intestinale riducono il tempo di contatto con la mucosa e quindi il tempo di assorbimento del calcio. La caffeina aumenta le perdite di calcio attraverso il rene e l’intestino e anche l’alcol ha un effetto tossico diretto sulla formazione della massa ossea. Anche le diete ricche di sodio aumentano le perdite di calcio con le urine.

 

osteoporosi

 

  • GARANTIRE UN BUON APPORTO DI VITAMINA D. Ciò può avvenire con una corretta alimentazione (pesce, cereali e grassi), ma anche attraverso una regolare esposizione ai raggi solari. Il quantitativo giornaliero raccomandato è di circa di 3 µg al giorno che sale fino a 10 µg durante la gravidanza e l’allattamento.
  • EVITARE L’ECCESSO DI PESO. Il peso in eccedenza e l’obesità svolgono un effetto negativo accelerante sul processo osteoporotico e su quello artrosico che già tendono ad aggravarsi nel periodo della menopausa.
  • SVOLGERE COSTANTEMENTE ATTIVITA’ FISICA facendo passeggiate di almeno 30 minuti tutti i giorni all’aria aperta o qualsiasi tipo di ginnastica.

 

osteoporosi

Dott.ssa Adanti Francesca

Nessun commento ancora

Lascia un commento