ginnastica dolce: elisir di lunga vita

Il Gruppo Fisiosan organizza da oltre 10 anni corsi di gruppo di ginnastica dolce, ginnastica posturale, ginnastica posturale per sportivi, yoga, pilates, giocomotricità (per bambini dai 3 ai 5 anni), ginnastica dolce in acqua.

LA GINNASTICA DOLCE PERCHÈ È IMPORTANTE

Sui motivi per cui seguire costantemente un corso di ginnastica dolce gestito da un fisioterapista laureato, ne potremmo parlare per ore, la domanda importante a cui rispondere è:

  • a cosa fa bene?
  • Perché la si considera così importante e tanti medici la consigliano?
  • A chi è rivolta?

I nostri corsi di ginnastica dolce sono dedicati a tutti, donne e uomini, di giovane età o adulti, non c’è un’età per cui la ginnastica dolce sia vietata.

ginnastica dolce

Quando il paziente si presenta nei nostri ambulatori per ricevere informazioni sui corsi, i fisioterapisti chiedono sempre l’anamnesi del paziente, le patologie recenti o meno recenti (vengono visualizzati eventuali esami diagnostici), gli interventi chirurgici subìti o le relative problematiche associate alla salute (es. presenza di diabete, osteoporosi, artrosi, ansia..ecc.); ci si confronta con il paziente per suggerire il tipo di ginnastica più adatta alle sue patologie e una volta deciso il tipo di percorso da intraprendere lo si invita  a partecipare ad una prova.

I gruppi sono formati da un massimo di 10 persone in modo che il fisioterapista abbia attenzione per ognuno dei partecipanti, così da poterlo correggere e seguire nei movimenti più ostili.

La ginnastica dolce viene svolta due volte a settimana e ha la durata di un’ora.

La ginnastica dolce offre un ampio numero di esercizi, fatti sia a corpo libero, sia con l’uso di attrezzi (bastoni, pallone Bobath, palline da tennis, elastici, pallone, tavolette propriocettive ecc.); gli esercizi si eseguono in stazione eretta, seduti, supini, proni, sul fianco, in ginocchio….e questa grande varietà permette un allenamento vario e di intensità modulabile.

CONTATTACI SUBITO TELEFONICAMENTE

NUMERO VERDE 800 82 46 82

I BENEFICI

I benefici dell’essere fisicamente attivi sono molteplici e comprendono:

  • minore rischio di obesità;
  • minor rischio di malattie cardiache, diabete (le persone attive hanno il 35-50% delle probabilità in meno di sviluppare una “patologia silenziosa” come il diabete);
  • minor rischio di cancro;
  • salute ossea e muscolare (un esercizio costante porta ad avere muscoli, tendini e legamenti più forti e una maggiore densità ossea);
  • salute mentale, numerosi studi dimostrano che l’attività fisica migliora il benessere psicologico, il modo di gestire lo stress e le funzionalità mentali, riduncendo stati di ansia e promuovendo una sana regolazione del sonno;
  • nelle persone più anziane lo sport può contribuire a ridurre il rischio di demenza e dell’insorgenza del morbo di Alzeheimer.

Ruolo importante è giocato dalla musica…modulabile in base al tipo di allenamento, dalla musica classica (durante l’allungamento) alla musica contemporanea (usata spesso negli esericizi di intensità maggiore); la musica accompagnata dai giusti movimenti ha la capacità di cambiarci l’umore, darci la carica, generare emozioni e ricordi: è il connubio perfetto con il nostro “sport” è un must.

ginnastica dolce

Ricerche scientifiche (condotte da neuroscienzati)  dell’Università di Aarthus in Danimarca dimostrano che durante esercizi di maggior intensità e fatica, l’ascolto della musica può ridurre lo sforzo percepito, migliorare il livello di energia e dunque portare ad un risultato superiore; in questo senso si condidera la musica come un coadiuvante psicologico “ergogenico”, ovvero, in grado di migliorare una performance grazie all’effetto indiriretto su variabili fisiologiche associate con l’esercizio fisioco, oppure grazie alla rimozione psicologica di blocchi soggettivi che limitano la capacità fisiologica individuale.

Spero di aver risposto a molti dubbi e/o incertezze sulla ginnastica dolce…

CONTATTACI SUBITO TELEFONICAMENTE

NUMERO VERDE 800 82 46 82

Vi aspettiamo!

Ft. Margherita Ferri

Nessun commento ancora

Lascia un commento