Ecocolordoppler: la prevenzione delle vasculopatie

Le Vasculopatie, malattie dei vasi sanguigni, degli arti inferiori, arteriose e venose, rappresentano un capitolo molto importante nell’argomento delle Malattie Cardio-Vascolari.

Affezioni come le Arteriopatie Obliteranti e l’Insufficienza Venosa Cronica (IVC) sono ben note per l’elevato numero di persone che ne sono affette, ma anche perché la mortalità per malattia cardiaca acuta è 3 volte superiore nel paziente affetto da arteriopatia degli arti inferiori rispetto alla popolazione generale. D’altra parte anche le affezioni gravi del sistema venoso, come ad esempio le TVP (trombosi venose profonde) comportano tuttora un elevato tasso di mortalità per Embolia Polmonare.

L’Arteriopatia Aterosclerotica degli arti inferiori che si definisce Periferica (AOP) perché al di fuori del cuore e delle zone ad esso più vicine, si caratterizza per la presenza di placche di arteriosclerosi (accumuli di sostanze come grasso, calcio, piastrine ecc. all’interno dei vasi) che possono restringere in varia misura i vasi sanguigni e quindi ridurre l’arrivo di sangue (e quindi di ossigeno) ai tessuti e ai muscoli, con comparsa di dolore in forma di crampi e riduzione di attività muscolare sia dopo sforzi di varia entità che anche a riposo.

ecocolordopplerLo sviluppo della malattia arteriosclerotica è legato alla presenza di ben definiti fattori di rischio rappresentati da:

  • L’età
  • La familiarità
  • La sedentarietà
  • L’aumento dei valori di colesterolo nel sangue
  • Il diabete
  • Il fumo di sigaretta
  • L’ipertensione arteriosa

Tutte queste situazioni si giovano, come misura preventiva e diagnostica, indispensabile per procedere ad una idonea cura dell’esame ECOCOLORDOPPLER che mette bene in evidenza le placche e i restringimenti vasali, senza alcun pericolo per il paziente, con grande comodità di esecuzione e facilità di ripetizione.

ecocolordoppler

La tecnica diagnostica dell’esame ECOCOLORDOPPLER degli arti inferiori (ma può naturalmente essere applicata anche agli arti superiori) trova una importante applicazione anche nel campo delle Flebopatie (malattie delle Vene) di vario tipo e grado:

  • Dalla Malattia Varicosa, a volte di interesse soprattutto estetico,

oppure nel caso si accompagni a:

  • Insufficienza Venosa Cronica(IVC)nei suoi vari gradi, comportando presenza di gambe gonfie, arrossamenti, senso di pesantezza, bruciore, dilatazione dei capillari, ulcere, alle
  • Flebiti Superficiali con presenza di arrossamenti, dolore localizzato, presenza di un “cordoncino” duro e dolente sulla superficie di un arto o alle
  • Trombosi Venose Profonde(TVP)o Flebiti profonde, ben più pericolose e invalidanti che richiedono terapie più aggressive e a volte anche l’ospedalizzazione.

DOTT. RUGGIERI STEFANO

CONTATTACI SUBITO TELEFONICAMENTE

NUMERO VERDE 800 82 46 82

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento