Alluce Valgo cos’ è come si cura

Cos’è l’alluce valgo?

L’alluce valgo è una delle più frequenti patologie della prima articolazione metatarso-falangea.
L’angolo di valgismo dell’alluce valgo metatarso-falangeo è quello formato dall’intersezione dell’asse longitudinale della falange prossimale con quello del primo metatarso, che normalmente è inferiore a 15° (limite fisiologico).

I vari fattori eziologici responsabili dello sviluppo in valgismo dell’alluce vengono distinti in 4 categorie:
1.FATTORI BIOMECCANICI - In questi casi la formazione dell’alluce valgo dipende dall’alterato movimento dei segmenti ossei tra di loro e rispetto al terreno.

2.FATTORI NEUROLOGICI - Le malattie neurologiche solitamente inducono la comparsa di valgismo dell’alluce attraverso una grave pronazione sottoastragalica dovuta allo sbilanciamento muscolare prodotto dalla patologia.

3.FATTORI INFIAMMATORI - Si verificano in corso di malattie infiammatorie, in primo luogo l’artrite reumatoide, che colpiscono la prima articolazione metatarso-falangea.

4.FATTORI IATROGENI - Si verificano in seguito ad interventi chirurgici a livello della prima metatarso-falangea.

 

CONTATTACI SUBITO TELEFONICAMENTE

NUMERO VERDE 800 82 46 82

alluce valgo

 

La compressione esercitata dall’alluce sul secondo dito che alterazioni può provocare?

1- Formazione di callosità tra l’alluce e il secondo dito.
2- Formazione di onicocriptosi sul margine laterale dell’alluce .
3- Formazione di onicofosi a livello del solco ungueale dell’alluce nella porzione laterale.

4- Deformità a martello del secondo dito
5- Borsite della prominenza mediale della testa del I metatarso
6- Borsite della prominenza della testa del v metatarso
7- Sovraccarico doloroso del II e III metatarsale

 

Cosa fare per prevenire e curare l’alluce valgo?

Rivolgersi al PODOLOGO per:
-Curare le patologie ungueali e cutane ,
-Realizzare ortesi al silicone per protezione dell’alluce valgo o per dita a martello,
-Valutare l’appoggio del piede con l’eventuale realizzazione di un ortesi plantare che può essere utile nell’eliminare la sintomatologia algica conseguente al sovraccarico a livello del II e III metatarso.

 

Dott.ssa Pandolfi Ludovica

I commenti sono chiusi